L’Associazione “Nonno Ascoltami!” è l’unico interlocutore italiano inserito nel gruppo di esperti che al livello mondiale collabora con l’OMS alla elaborazione e alla stesura del Programma di “Prevenzione dei disturbi uditivi”.

Un riconoscimento di grande prestigio per “Nonno Ascoltami!” che rappresenterà l’Italia nelle più importanti assise internazionali dedicate allo studio e alla prevenzione dell’ipoacusia.

 

 

 

 

 

Meeting mondiale degli esperti sulla prevenzione dei disturbi uditivi

Il 3 e 4 luglio scorsi a Ginevra, nella sede dell’OMS, si è svolto il “Meeting Mondiale degli esperti sulla prevenzione dei disturbi uditivi”. In quell’occasione, Mauro Menzietti, fondatore dell’Associazione, è stato chiamato tra le massime autorità mondiali del settore.

Nei prossimi mesi “Nonno Ascoltami!” parteciperà al gruppo di lavoro che sarà impegnato su due obiettivi principali:

  • Report Mondiale sull’udito.

Entro il 2019 dovrà essere redatto il Report Mondiale sull’udito. Alla stesura del “World Hearing Report”, parteciperanno le principali istituzioni mediche e sociali, dagli Stati Uniti alla Cina, dall’Australia all’Egitto, dal Brasile alla Russia e, attraverso “Nonno Ascoltami!”, anche l’Italia. Il testo, che si occuperà del problema uditivo a tutto campo, dalla diagnosi alle cure, dalle problematiche della prevenzione, ai numeri dell’ipoacusia, diventerà il punto di riferimento a livello mondiale per la prevenzione dei disturbi uditivi e sarà adottato da tutti i Paesi per valutare le azioni più appropriate in tema di udito

 

  • Global Action Alliance. La “Global Action Alliance for deafness and hearing care” rappresenta il consorzio di tutti gli attori della prevenzione accreditati a Ginevra che avrà il compito di formulare proposte e stimolare gli Stati membri ad adottare azioni concrete.

“Nonno Ascoltami!” condividerà questo ambizioso progetto con autorità mondiali quali la IFOS (International Federation of Otorhinolaryngological Societies); l’AEA, (Associazione Europea Audioprotesisti professionali); Starkey Hearing Foundation, la Hear The World e l’American Speech and Hearing Association oltre alle principali Università e agli Ospedali che rappresentano punti di riferimento internazionali per l’udito.